Dr. Anita Casarotto

KNIR Fellow 2021

Lavora presso il KNIR: dal 2013

Indirizzo mail: a.casarotto.fellow@knir.it

Università: Leiden University

Sito web: https://www.universiteitleiden.nl/en/staffmembers/anita-casarotto#tab-1

KNIR Column Rescuing our archaeological legacy

 

Sono ricercatrice postdoc presso la Facoltà di Archeologia all’Università di Leiden e, nel 2020 e 2021, fellow del Reale Istituto Neerlandese di Roma. Mi occupo del recupero di dati inerenti ricognizioni di superficie (survey) condotte in Lusitania (Portogallo – penisola iberica occidentale) per lo studio dell’impatto dell’espansione romana sul paesaggio e l’analisi del tessuto insediativo. Uno degli aspetti interessanti del progetto è il confronto tra gli assetti territoriali di quest’area con quelli riscontrati in altre parti del Mediterraneo colonizzate da Roma, specialmente in Italia dove ho lavorato maggiormente. Il range cronologico di interesse è compreso generalmente tra il III secolo a.C. e il III secolo d.C.

In collaborazione col direttore Dr. Tesse D. Stek, coordino come responsabile scientifico la piattaforma digitale Fasti Online Survey per il riversamento e la pubblicazione di dati survey, e sono editore della rivista FOLD&R Archaeological Survey Series. Fasti Online Survey, sviluppata dal KNIR in collaborazione con l’AIAC e L-P: Archaeology, mira a costruire con la partecipazione di ricercatori e studenti un database geografico dei progetti di ricognizione di superficie condotti nel Mediterraneo per rendere più facilmente fruibili i dati di ricognizioni e promuovere la conoscenza del territorio.

Collaboro con l’istituto dal 2013, inizialmente per attività di ricerca condotte nell’ambito del dottorato (Università di Leiden, 2013 – 2018), poi per ricerche post-dottorali e collaborazioni con Fasti Online Survey nonché per il tutoraggio e la formazione agli studenti magistrali nello stage del KNIR Digital Field Survey Archaeology. In qualità di KNIR Fellow supporto le attività di ricerca, insegnamento, tirocinio e field-school organizzate dal KNIR e favorisco la promozione delle attività del KNIR e l’attivazione di nuove collaborazioni scientifiche durante incontri e convegni sull’archeologia del paesaggio, sulle metodologie e tecniche della ricerca archeologica, sui metodi digitali e le analisi spaziale, la topografia antica e gli open data.

 

Curriculum vitae

Nel 2010 ho conseguito con la lode la laurea magistrale in Scienze Archeologiche presso l’Università di Padova e nel 2013 ho completato con la lode la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici presso la stessa Università, con tesi metodologiche sulla modellazione predittiva per la tutela e la gestione del patrimonio culturale nel paesaggio. Ho proseguito gli studi dottorali all’Università di Leiden nei Paesi Bassi conseguendo il dottorato di ricerca nel 2018 nell’ambito del progetto LERC – Landscapes of Early Roman Colonization (relatori Dr. Tesse D. Stek, Università di Leiden e Dr. Jeremia Pelgrom, KNIR). Nella tesi di dottorato ho sviluppato una procedura GIS che permette di analizzare spazialmente e statisticamente i dati survey per connetterli a diversi scenari di popolamento e di organizzazione territoriale. Dopo il dottorato ho lavorato come archeologa in una cooperativa per studi preventivi dell’interesse archeologico ed assistenza allo scavo, e nel museo e parco archeologico del Bostel di Rotzo (Vicenza). Sono stata borsista all’Università di Leiden, al KNIR e all’Università di Verona e collaboratrice del KNIR per Fasti Online Survey. Nell’anno accademico 2019-2020 ho svolto attività di insegnamento come professore a contratto all’Università di Verona per il settore disciplinare di Preistoria e Protostoria. Per l’anno 2020 e 2021 l’istituto mi ha conferito il titolo di KNIR Fellow.